HOME

PARROCCHIA

PRESENTAZIONE

ARTE

RESTAURI ACCOGLIENZA

INFO

 

 

La prima chiesa

 

Nel secolo XII nei campi ad ovest di Stezzano, a circa 2 km dal centro del  paese, era stata edificata una edicola in onore della Madre di Dio. La maggior parte della popolazione era infatti dedita all’attività agricola e sovente, durante la giornata lavorativa vi sostava in preghiera. Nel secolo successivo, davanti a questa santella avvenne la prima apparizione: la Madonna con in braccio il Bambino Gesù apparve a una pia donna del paese. In seguito a questo prodigioso avvenimento la popolazione edificò la prima chiesetta (m 12,9 x 5,1) chiamata “Madonna dei Campi”.  La chiesa era rivolta da oriente ad occidente, aveva un solo altare addossato all'abside, un piccolo presbiterio con volta in muratura, coperta da travi appoggiate a degli archi sopra pilastri, e a destra aveva un piccolo campanile. Gli anni di edificazione della chiesa si inserivano in un periodo storico caratterizzato da importanti mutamenti di carattere politico, economico, culturale e religioso.  

La devozione e la pietà verso questo Santuario furono, sin dall'inizio, abbastanza vive. Lo testimoniano, oltre alla costruzione della chiesa, i numerosi dipinti di vari autori e i resti di un'antica strada campestre.

Il secolo XVI fu caratterizzato da una profonda crisi religiosa, i cui effetti si fecero sentire anche in Bergamo e provincia. Il concorso dei devoti alla chiesa si affievolì, e la sua posizione, piuttosto decentrata rispetto al centro abitato, contribuì certamente ad accentuarne l’abbandono.

Madonna con Bambino.

Affresco che si fa risalire al sec. XIV. Oggi si conserva dietro l'altare maggiore.

 

Vai a "ampliamento della prima chiesa"