UN “DOLCE AIUTO”

Continua l’iniziativa (l’ultima domenica del mese) della vendita delle torte fuori dalla chiesa. Si può contribuire (alla raccolta di fondi) sia preparando una torta sia acquistandola. (Clicca sulla torta per sapere le date in cui si terrà la vendita)

PER I BAMBINI E I RAGAZZI

Verrà distribuito a tutti un salvadanaio per la raccolta di  piccoli risparmi. Periodicamente i ragazzi saranno invitati a consegnare quanto raccolto.

 

OPERAZIONE ADOTTA L’ORATORIO

Si propone di contribuire sottoscrivendo una donazione mensile partendo da € 15,00 (€ 0,50 al giorno). Chi intende impegnarsi è invitato a richiedere in casa parrocchiale lo specifico coupon (per chi lo desidera è possibile avere la ricevuta di donazione deducibile dalla dichiarazione dei redditi). L’operazione durerà almeno due anni partendo da settembre 2010. (Cliccando sull'immagine potrai visualizzare il coupon)

 

BUSTA PER OFFERTA

In alcuni momenti dell’anno verrà distribuita in ogni casa la busta in cui ciascuno è liberamente invitato a mettere la propria offerta, da riconsegnare nell’apposita cassetta in chiesa .

OFFERTA PER EROGAZIONE, DEDUCIBILE DALLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI 

Si tratta di una possibilità, regolamentata dalle normative in vigore., in tema di agevolazioni fiscali, riconosciuta a coloro che effettuato erogazioni liberali per la manutenzione, protezione o restauro di beni culturali sottoposti al regime vincolistico (ai sensi dell’articolo 15, comma 1, lettera h) e dell’articolo 100, comma 2, lettera f) del T.U.I.R.). I contributi possono essere versati sia da una persona fisica (non titolare di reddito d’impresa) sia da un’impresa o società

A) PERSONA FISICA NON IMPRENDITORE: consente di operare una detrazione dall’imposta lorda pari al 19% della somma erogata ;

 B) IMPRESA O SOCIETA’ : consente di dedurre l’erogazione  interamente dal reddito d’impresa.

DEDURRE UN AMMONTARE NON SUPERIORE AL 2% DEL REDDITO D'IMPRESA DICHIARATO AI FINI FISCALI QUALE EROGAZIONE LIBERALE IN DENARO PER LE FINALITA' PREVISTE DALL'ARTICOLO 100, COMMA 2, LETTERA A) DEL TUIR

 Ricordiamo che al fine di poter fruire dell’agevolazione le erogazioni devono essere effettuate avvalendosi di uno dei sistemi di pagamento previsti dalle normative vigenti e più precisamente tramite bonifico bancario, ufficio postale, assegni bancari e circolari.

Sia l’IBAN per i bonifici bancari che il numero di  c/c postale sono reperibili in Parrocchia.

 

PRESTITO A TASSO ZERO

Si tratta di un prestito alla Parrocchia infruttifero di interessi. Permetterebbe alla Parrocchia di poter contare su un fondo cassa. Tramite forma scritta la Parrocchia si impegna a restituire la somma avuta in prestito dopo 5 anni. In caso di necessità è prevista l’immediata restituzione.

 

OFFERTA SPECIFICA E MIRATA

Ogni persona o famiglia o gruppo può decidere di coprire una particolare spesa offrendo un importo che può variare in base alla scelta effettuata (esempio: mattoni, tegole del tetto, rivestimenti, ecc. ecc.

Per maggiori informazioni ci si può rivolgere in Casa Parrocchiale